Perugia, ordinanza del sindaco: multe più salate per clienti prostitute

Perugia, 10 set. – (Adnkronos) – Da oggi a Perugia pene piu’ aspre per i clienti delle prostitute colti in flagranza su strada, per i responsabili di fenomeni di incuria, degrado, imbrattamento e occupazione abusiva di aree ed immobili pubblici e privati e per chi vende bevande in bottiglie e contenitori metallici dopo le ore 20.

Lo ha deciso il sindaco del capoluogo umbro, Renato Locchi, che ha firmato le ordinanze che introducono alcune novita’ in materia di sicurezza, avvalendosi degli strumenti che il decreto Maroni fornisce ai sindaci in materia di sicurezza.

Le ordinanze sindacali, dopo la firma e la numerazione, verranno affisse all’albo pretorio e dal giorno seguente saranno esecutive. Salgono a 450 euro le multe, prima irrisorie, per chi infrangera’ le regole imposte dall’amministrazione comunale perugina e le ordinanze sindacali, una volta divenute esecutive, impegneranno le forze dell’ordine nella loro applicazione, ”che confido – ha detto Locchi – sara’ rigorosa e puntuale”.

”L’Amministrazione comunale perugina – ha proseguito il sindaco – ha deciso di lavorare per la sicurezza con una azione di contrasto capillare e costante, senza effetti speciale pensati per stupire ma con la quotidiana pratica della prevenzione e del controllo. Abbiamo installato sistemi di videosorveglianza e di illuminazione pubblica nelle aree piu’ sensibili della citta’ e attivato il numero verde antitratta, per il quale stiamo facendo ora una massiccia campagna di comunicazione. Controlliamo tutti i giorni il territorio, verifichiamo i locali pubblici e la regolarita’ degli orari. Ci siamo costituiti, primo Comune in Italia, parte civile contro gli sfruttatori della prostituzione”.

Locchi ricorda comunque che ”per contrastare l’illegalita’ ci vogliono uomini e mezzi, altrimenti le leggi, i decreti e le ordinanze non sono meno virtuali di una ‘grida’ di manzoniana memoria”. ”Piu’ uomini e mezzi sono previsti dal patto per la sicurezza firmato dalle istituzioni e dal precedente governo, e che fino ad oggi e’ stato completamente disatteso dal governo Berlusconi. Non si e’ visto un uomo ne’ un euro, il che in fondo e’ coerente con i pesanti tagli apportati dall’ esecutivo. Non si puo’, pero’, fare della sicurezza una bandiera elettorale e poi tagliare i fondi alle forze dell’ordine”.

da ADNKRONOS

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Un pensiero riguardo “Perugia, ordinanza del sindaco: multe più salate per clienti prostitute”

  1. Con questo tipo di multe, si cerca di favorire la prostituzione in appartamento, con squillo di lusso. Andando a punire invece i cittadini piu poveri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...