Bocciata dal Tar del Veneto l’ordinanza anti-lucciole del sindaco di Verona Tosi

VERONA (9 gennaio) – Mentre il sindaco di Verona Flavio Tosi era impegnato a fronteggiare la protesta delle lucciole, che hanno manifestato contro l’ordinanza che di fatto vieta l’esercizio della prostituzione in casa, il Tar del Veneto ha provveduto ad annullare una precedente ordinanza emanata dal sindaco leghista in materia: quella dell’agosto 2008 che fissava maximulte (fino a 500 euro) per chi contratta in strada una prestazione sessuale.

A renderlo noto il Comitato per i diritti civili delle prostitute che aveva presentato ricorso al Tar lo scorso novembre e che esprime soddisfazione per questa sospensiva. «Finalmente uno spiraglio di giustizia – afferma Pia Covre, una delle fondatrici del Comitato – La sospensiva dell’ordinanza significa che i giudici hanno reputato fondato il nostro ricorso e che c’è qualcosa di effettivamente sbagliato nell’operato del Sindaco».

Il Comitato ha poi informato che le persone che, sulla base dell’ordinanza, hanno ricevuto una multa e che non l’hanno ancora pagata, possono fare opposizione al giudice di pace citando la sentenza del Tar, datata 8 gennaio 2009. L’ordinanza vietava di “contrattare o concordare prestazioni sessuali a pagamento”; vietava di “intrattenersi, anche dichiaratamente solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano attività di meretricio”. Inoltre, identificava come operatrice del sesso anche solo attraverso “l’abbigliamento o le modalità comportamentali”.

da Il Messagero

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Un pensiero riguardo “Bocciata dal Tar del Veneto l’ordinanza anti-lucciole del sindaco di Verona Tosi”

  1. Giustizia è quasi fatta, poiché questa non è una sentenza definitiva ma un’Ordinanza sospensiva del provvedimento sindacale in merito. Comunque, essa significa che molto probabilmente ci sarà l’annullamento dell’atto in questione del Sindaco di Verona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...