Carnevale di Regalbuto all’insegna del rigore

A Regalbuto sta suscitando reazioni contrastanti l’ordinanza del Sindaco Gaetano Punzi che disciplina gli orari di chiusura dei bar ed esercizi commerciali durante il periodo del Carnevale.

L’ordinanza numero 10 del 30 gennaio 2009 dispone che gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (compresi i circoli) situati in Via G.F. Ingrassia, Via Garibaldi, Piazza della Repubblica, Piazza Vittorio Veneto e Piazza Matteotti, osservino l’orario di chiusura alle ore 00:30. per il periodo che va dal 07/02/2009 al 24/02/2009. Praticamente l’ordinanza dispone la chiusura di tutti i bar del centro a mezzanotte e mezza.

L’ordinanza ha lo scopo di contrastare i fenomeni di vandalismo e di consumo eccessivo di alcool che si registrano durante le manifestazioni legate al Carnevale. Ogni anno infatti si assiste a un numero sempre crescente di giovani e giovanissimi che abusano di alcool, a risse e atti vandalici legati proprio a questo fenomeno.

Tuttavia la decisione del sindaco ha provocato una serie di aspre polemiche, sia da parte degli esercenti del centro storico, sia da parte delle forze politiche di opposizione.

Motivo scatenante della polemica non sono le buone intenzioni contenute nell’ordinanza, ovvero la limitazione del consumo di alcool e le questioni legate all’ordine pubblico, ma il fatto che l’ordinanza escluda dalla chiusura e dal divieto di vendita di alcoolici le strutture al di fuori del centro storico e in particolare il Palatenda, sito in C.da Piano Arena e gestito dalla Cooperativa Efesto (di cui sono soci un consigliere comunale di maggioranza e il fratello di un assessore).

Il Palatenda è allestito in occasione del Carnevale dalla cooperativa che gestisce gli impianti sportivi e viene utilizzato come sala da ballo, all’interno del quale affluiscono migliaia di giovani ogni anno. La reazione più dura all’ordinanza arriva dal PD di Regalbuto, che in un volantino ha espresso tutta la sua contrarietà al provvedimento dell’amministrazione.

Il PD invita il sindaco ad estendere l’ordinanza a tutti gli esercizi presenti sul territorio, non solo a quelli del centro storico. Inoltre chiede di trovare differenti soluzioni alla risoluzione del problema, come l’educazione e la responsabilizzazione dei genitori.
Maria Cristina Roccella

da vivienna.it

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...