Vietate, da un’ordinanza del Sindaco, le battaglie con le arance

Ma non è Carlo Della Pepa che ha deciso di immolarsi sull’altare della non violenza e assistere quindi a un “attacco alla Bastiglia” in piazza di Città, con gli aranceri guidati dal Generale e dallo Stato Maggiore. Con Violetta alla testa dei ribelli, ma con una maschera in viso, perché, in fin dei conti, sabato sera non è ancora arrivato e bisogna pur mantenere almeno la tradizione della segretezza.

No, niente di così epocale. Il divieto lo ha imposto Angelo Antonio Romano, sindaco di Brusciano, paese nelle vicinanze di Napoli.

Nel paese campano il sindaco non solo ha infatti imposto il divieto di vendita di uova, farina e schiume in bombolette spray ai minori durante il Carnevale, ma ha esteso il divieto all’acquisto e alla vendita a minori di arance, limoni e agrumi in genere.
Il problema è che si sarebbe diffusa l’usanza eporediese di farsi battaglia con le arance. «Una “guerra” pericolosa» secondo l’amministrazione cittadina, che ha stabilito pesanti multe per i trasgressori.

Con una ordinanza dello scorso lunedì viene così «Fatto divieto a tutti gli esercenti del commercio, nel periodo che precede il Carnevale e fino a tutto il 24 febbraio 2009, di vendita ai minori di anni 18 di uova, farina, agrumi e schiume in bombolette spray».

Nel secondo punto viene poi precisato che è anche «Fatto divieto, a chiunque, di detenere, trasportare e/o fare uso improprio in luogo pubblico e/o aperto al pubblico di uova, farina, agrumi e schiume in bombolette spray».

Le pene per chi non rispetta il divieto, che sia un commerciante o un “utilizzatore” (e se minore ne rispondono i genitori) sono multe che vanno dai 25 euro a un massimo di 500. Non solo, il commerciante rischia anche la chiusura del negozio per sette giorni.

A cura di Marco Campagnolo

da localport.it

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...