Carnevale sicuro, è sfida Lecce-Gallipoli – Nella città jonica ordinanza contro gli spray

Martedì grasso, quest’anno il 16 febbraio – L’appello: «Rispetto per i beni artistici e la gente»

Lecce — Assolutamente vietate le bombolette spray per i festeggiamenti del Carnevale di Gallipoli, così come accade a Napoli e a Viareggio. Giunto alla 69.ma edizione, il carnevale gallipolino raddoppia l’appuntamento della sfilata dei carri e conferma, con un’ordinanza, emessa dal sindaco, Giuseppe Venneri, dieci giorni fa, lo stop alla vendita delle bombolette. Si effettuano pertanto sopralluoghi presso gli esercizi commerciali e bancarelle e, per ora, la situazione è del tutto sotto controllo. Chi non osserva l’ordinanza e il regolamento municipale va incontro a sanzioni pecuniarie. «Come ogni anno – ribadisce il sindaco – ci preoccupiamo che il tutto si svolga in serenità e senza consentire che si imbrattino monumenti o si creino disagi ai cittadini che partecipano alla sfilata dei carri, che quest’anno si svolgerà sia il 7 che il 14 febbraio, mentre martedì grasso è prevista la sfilata dei Titori, la maschera tradizionale gallipolina».

Linea dura contro atti vandalici e molte novità per far crescere la manifestazione che si candida a diventare il Carnevale del Salento. «Questo è l’obiettivo che intendiamo portare avanti e la novità del 2010 sarà anche la versione estiva del Carnevale – continua Venneri -. Abbiamo deliberato pochi giorni fa che i carri sfileranno anche fra la fine di luglio e l’inizio di agosto». Il Carnevale di Gallipoli è, per il quarto anno, nel circuito delle lotterie nazionali. Da Gallipoli alle corti di Lecce per festeggiare il Carnevale barocco. Nel capoluogo non sono state emesse, al momento, ordinanze restrittive per l’uso delle bombolette. L’assessore alla Polizia municipale, Lucio Inguscio, ricorda che «non essendoci una tradizione di sfilate di carri, esiste già il divieto di utilizzare bombolette spray sui muri e, pertanto, ci si appella al buon senso cittadino affinché questi giorni siano all’insegna dell’allegria, nel rispetto della città e dei suoi monumenti».

Da domani, sino al 16 febbraio, una serie di iniziative fra maschere, danze e sapori consentiranno a grandi e piccini di vivere la fantasia del carnevale, arricchita degli echi dell’età barocca di cui Lecce è patria per le testimonianze artistiche. Il tutto è organizzato dalla Pro Loco di Lecce e dall’Assessorato alla Sanità e alla qualità della vita del Comune di Lecce. Si comincia questa mattina alle 11, nell’androne del Castello Carlo V, e si apre ufficialmente il giorno 10 febbraio con un’ouverture barocca e gran buffet. Non mancheranno reading, spettacoli teatrali, laboratori di bricolage e cartapesta sulle mascherine e itinerari di gastronomia barocca.

In questa festa carnacialesca sono coinvolte le scuole, fra cui l’Istituto alberghiero di Santa Cesarea Terme, l’Istituto alberghiero di Nardò, il Liceo artistico statale di Lecce e l’Istituto statale d’arte di Lecce, l’Istituto d’istruzione superiore De Pace di Lecce. Il 13 febbraio si potrà partecipare al gran galà barocco e domenica 14 al carnevale si affianca il San Valentino day in piazza Sant’Oronzo. Il tutto termina il 16 con il funerale de lu Paulinu, il carnevale appunto, il cui feretro sarà accompagnato dal corteo funebre che partirà dal convento dei Teatini. E così, lanciate le ultime manciate di coriandoli, la città torna alla normalità.

Antonella Lippo 08 febbraio 2010

da Corriere del Mezzogiorno

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...