Jesolo stanga i clienti dei vu’ cumprà

Multe da 1000 euro a chi fa acquisti

di Giovanni Cagnassi

JESOLO. Mille euro di sanzione a chi acquista merce contraffatta dagli ambulanti in spiaggia a Jesolo. E’ una delle norme più severe del piano sicurezza previsto dal Comune attraverso la polizia locale. Ieri la presentazione ufficiale. Il sindaco, Francesco Calzavara, e l’assessore alla sicurezza, Andrea Boccato, con il comandate della polizia locale, Claudio Vanin, hanno illustrato i punti salienti di questo piano che prevede l’impiego di 54 agenti, più 9 stagionali, 16 dei quali sull’arenile.

Sarà lotta serrata all’abusivismo in spiaggia. «Una turista ha scritto una mail al Comune – ha detto il sindaco – nella quale denunciava come 48 venditori abusivi l’hanno disturbata mentre prendeva il sole in una giornata a Jesolo. Rischiamo di essere una spiaggia off limits per i turisti che non vogliono essere disturbati mentre sono in spiaggia a cercare riposo e relax». Il raggio di azione sarà molto ampio per la polizia locale. Pattuglie in spiaggia con i mezzi in dotazione, tra cui le veloci biciclette e i mezzi per attraversare l’arenile.

I clienti dei vu cumprà e ambulanti vari che vendono merce contraffatta sono avvertiti: se colti in flagrante saranno multati con mille euro. Sul fronte dell’ordine pubblico e sicurezza, la polizia locale farà da supporto alle forze di polizia preposte istituzionalmente, vale a dire carabinieri, polizia e finanza. Pattuglie fisse in piazza Mazzini e sulle strade contro le stragi del sabato sera, controlli negli esercizi pubblici sulla vendita di alcolici e bottiglie in vetro nel rispetto dell’ordinanza del sindaco. Etilometri e droga test lungo le strade più pericolose e battute nei giorni festivi e nell’arco delle 24 ore completano i compiti assegnati agli agenti jesolani.

«Sarà un’azione a tutto campo – ha detto Boccato – anche contro il fenomeno della prostituzione con multe da 500 euro a clienti e lucciole. Una severità che ha funzionato visto che ormai di ragazze sulle strade non se ne vedono quasi più. Attendiamo al più presto – conclude – che arrivino i rinforzi di polizia e carabinieri, 240 in tutta la costa, per organizzare pattuglie miste e integrazione tra le varie specializzazioni». Insomma, lotta su tutti i fronti al crimine, prevenzione e sicurezza sulle strade e soprattutto in spiaggia, ovvero il bene più prezioso da tutelare in una località turistica.

Jesolo vuole essere una spiaggia sicura e per questo sta predisponendo tutte le misure necessarie per garantire un controllo capillare del territorio in cui la polizia locale non può che recitare un ruolo di primo piano per integrare le altre forze di polizia. «E’ importante sottolineare – ha detto Vanin – che noi saremo supporto delle forze di polizia istituzionalmente preposte a ordine e sicurezza pubblica».
(29 maggio 2010)

da La Nuova Venezia

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...