Novara, firmata l’ordinanza contro l’ambrosia

NOVARA, 23 GIU 2010 – La vicesindaco del Comune di Novara Silvana Moscatelli ha firmato l’ordinanza che dispone misure urgenti volte a limitare l’ulteriore diffusione dell’ambrosia in città e a contenere la diffusione del suo polline per evitare, per quanto possibile, l’insorgenza nei soggetti sensibili di particolari allergie.
“In questi ultimi anni – spiega l’assessore all’Ambiente Luigi Giordano – sono in continua crescita coloro che sviluppano allergie al polline d’ambrosia, allergie che si manifestano con sintomi a volte fortemente invalidanti. L’ambrosia è una pianta infestante che fiorisce tra agosto e settembre e che produce grandi quantità di polline. Si diffonde soprattutto su terreni incolti, aree industriali dismesse, cantieri edili lasciati aperti per lunghi periodi, cigli stradali, massicciate ferroviarie, fossi ed in generale tutte le aree abbandonate o semiabbandonate. L’incuria è quindi uno dei fattori principali che contribuiscono alla massiccia diffusione della pianta; la manutenzione delle aree verdi urbane ed in particolare lo sfalcio periodico tra giugno e settembre delle aree incolte può impedire la fioritura e conseguentemente la pollinazione della pianta”.
Per questo motivo è stata emessa l’ordinanza che impone “ai proprietari di aree verdi; ai proprietari di aree industriali dismesse; ai responsabili dei cantieri attivi e non; ai responsabili Anas; ai responsabili del Consorzio Est Sesia di Irrigazione e bonifica; ai responsabili della gestione delle reti ferroviarie di eseguire tra giugno e settembre periodici interventi di manutenzione e pulizia delle aree suddette con l’esecuzione di almeno tre sfalci  nei seguenti periodi: terza decade di giugno; terza decade di luglio; seconda decade di agosto; in caso di necessità, ulteriore sfalcio nella terza decade di settembre”.
L’ordinanza invita inoltre la cittadinanza “ad eseguire nei mesi estivi la periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba infestante presente negli spazi aperti (giardini, cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza” e i proprietari “di aree adibite a coltivazione di graminacee a provvedere immediatamente al termine della coltivazione all’aratura di dette aree e/o qualsiasi altro provvedimento atto ad eliminare la pianta dal territorio”.

NOVARA, 23 GIU 2010 – La vicesindaco del Comune di Novara Silvana Moscatelli ha firmato l’ordinanza che dispone misure urgenti volte a limitare l’ulteriore diffusione dell’ambrosia in città e a contenere la diffusione del suo polline per evitare, per quanto possibile, l’insorgenza nei soggetti sensibili di particolari allergie.“In questi ultimi anni – spiega l’assessore all’Ambiente Luigi Giordano – sono in continua crescita coloro che sviluppano allergie al polline d’ambrosia, allergie che si manifestano con sintomi a volte fortemente invalidanti. L’ambrosia è una pianta infestante che fiorisce tra agosto e settembre e che produce grandi quantità di polline. Si diffonde soprattutto su terreni incolti, aree industriali dismesse, cantieri edili lasciati aperti per lunghi periodi, cigli stradali, massicciate ferroviarie, fossi ed in generale tutte le aree abbandonate o semiabbandonate. L’incuria è quindi uno dei fattori principali che contribuiscono alla massiccia diffusione della pianta; la manutenzione delle aree verdi urbane ed in particolare lo sfalcio periodico tra giugno e settembre delle aree incolte può impedire la fioritura e conseguentemente la pollinazione della pianta”.Per questo motivo è stata emessa l’ordinanza che impone “ai proprietari di aree verdi; ai proprietari di aree industriali dismesse; ai responsabili dei cantieri attivi e non; ai responsabili Anas; ai responsabili del Consorzio Est Sesia di Irrigazione e bonifica; ai responsabili della gestione delle reti ferroviarie di eseguire tra giugno e settembre periodici interventi di manutenzione e pulizia delle aree suddette con l’esecuzione di almeno tre sfalci  nei seguenti periodi: terza decade di giugno; terza decade di luglio; seconda decade di agosto; in caso di necessità, ulteriore sfalcio nella terza decade di settembre”.L’ordinanza invita inoltre la cittadinanza “ad eseguire nei mesi estivi la periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba infestante presente negli spazi aperti (giardini, cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza” e i proprietari “di aree adibite a coltivazione di graminacee a provvedere immediatamente al termine della coltivazione all’aratura di dette aree e/o qualsiasi altro provvedimento atto ad eliminare la pianta dal territorio”.
da <a href=”http://www.oknovara.it/news/?p=11820″>OK Novara</a>

Annunci

Pubblicato da

diarioelettorale

Webmaster, divulgatore e commentatore non compulsivo.

2 pensieri riguardo “Novara, firmata l’ordinanza contro l’ambrosia”

  1. Pur apprezzando la buona volontà devo constatare che basta osservare gli svincoli della tangenziale per capire come di tale ordinanza nessuno si curi.
    Io ho un figlio fortemente allergico e vi giuro è una pena vederlo la notte non respirare e soffiare il naso di continuo.
    Per favore i vigili urbani garantiscano il rispetto sanzionando chi non rispetta l’ordinanza.

  2. MA DOVE HANNO SFALCIATO L’AMBROSIA?
    SE ESISTE L’ORDINANZA PER I TERRENI DISMESSI E NON, L’OBBLIGO DEVE RICADERE ANCHE SUI TERRENI INCOLTI ED ABBANDONATI DI PROPRIETA’ DEL COMUNE!!!!!!!!! VENITE A VEDERE A SANTA RITA CI SONO TERRENI PIENI CON PIANTE ALTE FINO A UN METRO!!!!!!!!!!!!!!!
    FATE QUALCOSA ,SI STA VERAMENTE MALE!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...